Camper in Vacanza - Visualizza articoli per tag: calabria

Si tratta di una cittadina dagli antichissimi natali, capace di incantare per le sue bellezze naturalistiche ed anche per il suo passato nobile e pieno di pathos. Nota nell’antichità per essere l'istmo di Scilla e Cariddi, è oggi un centro di grande interesse storico ed economico.

Cosa visitare?

  • Chianalea: è definita “piccola Venezia del Sud”, perché le case sono costruite direttamente sugli scogli e separate da piccole viuzze, proprio come i canali della Serenissima. Oltre ad essere uno dei borghi più belli d’Italia, Chianalea è la parte più antica di Scilla;

                   

  • Castello Ruffo: è simbolo di Scilla, un castello da svelare nella sua maestosità ed importanza storica, oggetto di contesa nel corso dei secoli. Esso divide Marina grande e Chianalea. Vale la pena di visitarlo per i reperti storici dedicati ai pescatori del pesce spada e per la vista impareggiabile che offre su Scilla, Marina Grande e la costa siciliana;

                         

  • Faro: si trova su una terrazza del castello Ruffo di Scilla, sullo stretto di Messina. Costituisce un riferimento per le navi che imboccano le stretto da nord;

                            

  • Spiagge: Marina Grande è una delle spiagge più note, ma nelle vicinanze c’è anche Punta Pacì, una spiaggia diventata un punto di riferimento per chi pratica immersione subacquee grazie ai fondali profondi caratterizzati da acque cristalline. Un’altra spiaggia incontaminata è Cala delle Rondini, ideale per chi cerca un’oasi di tranquillità immersa in un paesaggio naturale invidiabile.

         

Dove sostare?

AREA SOSTA PACI’: si tratta di un’area di sosta con apertura annuale. Servizi: carico e scarico, allacciamento elettrico, docce, illuminazione, sorveglianza h24, servizio navetta per la spiaggia. Indirizzo: SS 18 Tirrena Inferiore - Contrada Pacì - Telefono: 342 9835112

Pubblicato in Calabria

Paola è un comune italiano della provincia di Cosenza in Calabria. È principalmente conosciuta per aver dato i natali a san Francesco da Paola, pertanto vanta diverse bellezze sia naturali che artificiali legate alla vita del santo. Queste bellezze paesaggistiche attraggono ogni anni diverse centinaia di turisti.

Cosa vedere?

  • SANTUARIO DI SAN FRANCESCO: sorge nella parte alta e collinare della cittadina, in una valle costeggiata dal torrente Isca e ricca di vegetazione. Davanti al Santuario vi è un ampio piazzale; a destra dell'ingresso principale vi è un arco tramite il quale si accede alla parte laterale del santuario, dove si trova la caratteristica fonte della cucchiarella, alla quale sono soliti bere i pellegrini. Accanto a questa è esposta una bomba inesplosa, caduta nel torrente accanto al Santuario durante un bombardamento anglo-americano nel 1943, che non danneggiò il Santuario. Continuando si accede al Ponte del Diavolo e ad un sentiero al termine del quale si trova un luogo che fu rifugio del Santo nei suoi anni giovanili;

             

  • VILLA COMUNALE: è dedicata ad Umberto I re d'Italia e rappresenta un posto ideale per una passeggiata o per rilassarsi nel verde. Da qui è possibile godere di una bella vista panoramica. È ornata sia di statue che di un grande gazebo utilizzato per specifici eventi;

                 

  • FONTANA DEI SETTE CANALI: fatta da artigiani locali nel 1636, la fontana ha una forma che ricorda la coda del pavone, simbolo di Paola. Sopra, in corrispondenza di ogni canale, ci sono sette riquadri che contengono affreschi ed iscrizioni in merito alla vita del santo;

               

  • SPIAGGE: sono molto suggestive e interessanti, ci sono molti stabilimenti che offrono servizi di tutti i tipi e il mare cristallino e celeste nel quale le immersioni sono obbligatorie per gli appassionati del genere!

        

Dove sostare?

  • VILLAGGIO BAHJA: situato a Sud della città di Paola, il villaggio accoglie i clienti su una superficie di circa 10 ettari, circondato da una spettacolare macchia mediterranea. Servizi: mini market, ristorante, bar, mini club, animazione, piscina, spiaggia molto vicina, Wi-Fi, lavabi, docce a gettoni, servizi igienici, campo da beach volley, campo da calcetto e numerose altre attrattive per grandi e piccini! Indirizzo: Via Agave Frazione Deuda (C.ta Chiatamone), Paola (CS) - Telefono: 0982/583144
Pubblicato in Calabria

Diamante è un comune italiano della provincia di Cosenza, sito sulla costa tirrenica nord occidentale, al centro della Riviera dei Cedri. La posizione geografica e il mare cristallino ne fanno una delle mete turistiche privilegiate della Calabria. Il territorio di Diamante include l'isola di Cirella.

Cosa visitare?

  • Murales: i murales adornano tutto il centro storico di Diamante e lasciano, sia al turista che al locale, ogni volta una nuova impressione, comunicando nuove sapienze e nuovi saperi;

                          

  • Isola di Cirella: si erge di fronte l’abitato di Cirella. La flora è quella tipica della macchia Mediterranea, arricchita da euforbio e limoni;

                   

  • Museo del peperoncino: offre una panoramica sulle varietà coltivate nel mondo. Un'esposizione delle salse più famose, dei profumi e anche delle lavande e dei bagno-schiuma. Insomma, è possibile osservare, degustare ed acquistare il peperoncino in tutte le sue forme e varietà;

                    

  • Ruderi di Cirella: rappresentano la minima parte del grande patrimonio storico della città medioevale ricostruita tra la fine del IX e l’inizio del X secolo e poi conquistata dai Normanni;

                           

  • Museo del Cedro: la visita è un percorso tra "coltura e cultura". Si sviluppa intorno a due anime: il percorso artistico ricco di pannelli ceramici che racconta del cedro, della sua storia ricca di riferimenti al mondo biblico e alle tradizioni ebraiche, oltre che tante citazioni letterarie dell'agrume, da Boccaccio a D'Annunzio. Il percorso archeologico legato al sito di Laos, colonia della Magna Grecia.

                           

Dove sostare?

  • CAMPING LIDO TROPICAL: si trova tra Diamante e Cirella. Offre alla propria clientela una gamma di servizi, tra cui: parco divertimento per i bimbi fornito di numerosi giochi, piscina per bimbi, giochi, animazione, mini-club, musica dal vivo, spettacoli serali, pista da ballo coperta sulla spiaggia, sala ristorante sulla spiaggia, campi da calcetto, area per la sosta dei camper (con spettacolari piazzole che si affacciano direttamente sulla spiaggia), collegamento Internet Wireless, edicola, ecc.

Indirizzo: via Glauco 9, Diamante (CS)

Telefono: Cell 3338765141 - Fisso (estivo) 0985877268

  • LIDO ALEXANDER: stabilimento balneare con area attrezzata per la sosta dei camper. E’ aperto tutto l’anno.

Indirizzo: Via Riviera Azzurra 65, Cirella (Diamante, CS)

Telefono: 340 732 5250.

Pubblicato in Calabria

La Calabria è una Terra tutta da scoprire; sono numerose le zone costiere da visitare. In questo itinerario ne enunciamo qualcuna tra le più note e belle.

Praia a mare

Praia a Mare è un comune della provincia di Cosenza. In origine fu un popoloso villaggio di contadini e di pescatori sorto sulle spiagge strette tra il corso del fiume Noce ed il contrafforte roccioso oltre la pianura alluvionale del fiume Lao. Oggi, Praia a Mare, che ingloba anche l'Isola di Dino, vive principalmente di turismo.

Cosa visitare?    

  • Isola di Dino: è una piccola isola che si innalza di fronte alla località Fiuzzi. Sono presenti delle grotte marine; tra queste le più famose sono la Grotta Azzurra (per l'intenso colore azzurro dell'acqua al suo interno) e la Grotta del Leone (il nome deriva dalla presenza al suo interno di uno scoglio che assomiglia molto ad un leone sdraiato);
  • Santuario della Madonna della Grotta: così chiamato perché posizionato all'interno di una grotta naturale all'interno di una collina. In esso è venerata la Madonna della Grotta la cui leggenda narra che il comandante di un bastimento turco fu costretto dall'equipaggio a riporre all'interno dell'omonima grotta una statua lignea (rubata) del XV secolo raffigurante la madonna;

    

  • Museo comunale: ospita una raccolta permanente d'arte moderna e contemporanea realizzata con il contributo di numerosi artisti italiani e stranieri che hanno donato all'istituzione complessivamente oltre duecento opere.

Procedendo verso Sud, si trova la meravigliosa località di san Nicola Arcella. E’ una nota località balneare della Riviera dei Cedri situata su uno strapiombo, ai piedi del quale si trova una baia racchiusa da un braccio roccioso che le conferisce la forma di un porto naturale. L’acqua limpida e cristallina, lo scenario roccioso, il suggestivo paesaggio fanno di san Nicola Arcella una delle località balneari da non perdere durante la stagione estiva!

                     

Diamante

Diamante è un comune della provincia di Cosenza posto al centro della Riviera dei Cedri. La posizione geografica, i suoi circa 8 chilometri di spiaggia dalle variegate combinazioni di sabbia e di colore, il mare cristallino ed i fondali sempre diversi fanno della cittadina una delle mete turistiche della Calabria.

Cosa visitare?

  • Isola di Cirella: le rocce calcaree dell'isola, sottoposte all'erosione marina, hanno dato vita a molte grotte ed insenature. Sulla sommità si ergono i ruderi di una fortificazione militare, detta Torre dell'Isola di Cirella; essa fu costruita nel 1562 per prevenire l’assalto dei pirati turchi alla città di Cirella;

  

  • Murales: camminando per il centro storico, si ha modo di osservare numerosissimi murale che ravvivano la città e le danno un magnifico tocco di colore. L'idea dei "Murales" è dovuta al pittore Nani Razzetti, milanese, ma diamantese di adozione;

                 

  • Museo del peperoncino: nel Palazzo ducale di Maierà è stato allestito un museo per Sua Maestà il peperoncino! Diamante è la capitale calabrese del peperoncino ed in questo museo è possibile conoscere le varie caratteristiche e i benefici del peperoncino.     

Diamante è famosa anche la tradizione gastronomica. Molto noto è il “Peperoncino Festival”, che ogni anno si svolge a settembre e in cui è possibile degustare ed acquistare questo tradizionale prodotto.

Paola

La città di Paola, in provincia di Cosenza, è principalmente conosciuta per aver dato i natali a San Francesco di Paola.

Cosa visitare?

  • Santuario di san Francesco di Paola: sorge sulla parte alta e collinare di Paola. Custodisce parte delle reliquie del santo. Al suo interno è possibile visitare i luoghi di culto frequentati dal santo ed è possibile conoscere la storia di san Francesco, ammirando diversi oggetti che furono frutto di suoi miracoli;

    

  • Lungomare di Paola: è uno dei motivi per cui la città di Paola è conosciuta;

    

  • Piazza del popolo: per accedere al centro storico di Paola si varca la Porta San Francesco, sovrastata da un busto del Santo. Da qui si accede a Piazza del Popolo, caratterizzata dalla presenza, al centro, di una fontana in pietra arenaria del XVII secolo. Sempre sulla piazza si affaccia la torre dell’orologio, alla base della quale si trova un arco rinascimentale.

                     

Pizzo calabro

Pizzo è un borgo marinaro, arroccato su un promontorio al centro del Golfo di Sant'Eufemia. Il suo territorio comprende una costa frastagliata, contraddistinta da spiagge sabbiose in alcuni tratti e da alte scogliere in altri.

Cosa visitare?

  • Castello Murat: conserva ancora il suo aspetto originario. Il portone d'ingresso del castello è fornito di ponte levatoio e sul portale c'è una lapide a memoria di Gioacchino Murat, che qui venne fucilato nel 1815. Al suo interno è possibile visitare le varie stanze e le carceri cinquecentesche;

        

  • Centro storico: costituito da numerosi vicoletti da percorrere a piedi. Durante il cammino si osservano numerosi palazzi e monumenti in stile prevalentemente barocco. A rendere suggestivo il tutto sono i numerosi scorci sul mare azzurro.

       

La città di Pizzo calabro vanta anche una grande tradizione gastronomica. Tra i piatti più pregiati e ricercati vi è il tartufo di Pizzo. Il tartufo di Pizzo è un prodotto tipico della pasticceria calabrese; si tratta di un gelato alla nocciola che viene modellato, rigorosamente nel palmo della mano, a forma di semisfera con un cuore di cioccolato fondente fuso e ricoperto da un spolverata di cacao amaro in polvere e zucchero.

Tropea

Tropea la cosiddetta “Perla del Tirreno” è una splendida cittadina che si trova nella sponda del mar Tirreno.

Cosa visitare?

  • Santuario di Santa Maria dell’Isola: sorge su un bellissimo isolotto che è riconosciuto come simbolo di Tropea. Immersa nella tipica vegetazione mediterranea, accompagnata da aiuole e panchine dove ristorarsi e godere di una vista spettacolare, si erge maestosa questa basilica voluta dai Benedettini;

              

  • Centro storico: è a picco sul mare e vi si accede mediante una famosa scalinata. Qui oltre a godersi il panorama dalla famosa balconata-terrazzo, il largo Migliarese, si possono ammirare, passeggiando tra i vicoli, monumenti, negozietti d’artigianato e souvenir, ottimi punti di ristorazione e molto altro.

        

La città di Tropea è famosa in tutta Italia per la mitica “cipolla di Tropea”. Nel centro storico è possibile degustare e acquistare questo prodotto che da anni viene proposto in molteplici varianti.

Gioia Tauro

E’ un comune della città di Reggio Calabria. Da anni è meta di numerosi turisti per le bellezze paesaggistiche e le risorse naturali che il territorio offre.

Cosa visitare?

  • Museo archeologico Matauros: al suo interno sono conservate preziose testimonianze dell’antica “Metauros”, che fu una sub-colonia di Zancle, l’attuale Messina. Qui si possono ammirare reperti di necropoli greche e romane, vasi di vetro soffiato, contenitori per fragranze ed unguenti, nonché manufatti provenienti dalla Grecia, da Corinto, da Atene, da Sparta, dall’Etruria, dall’Anatolia e dalle isole del Mar Egeo;

                      

  • Parco delle rimembranze: rappresenta il polmone verde della cittadina. Il suo punto di forza (oltre alla vegetazione a macchia mediterranea), è rappresentato da una lunga balconata che offre una panoramica sul mar Tirreno: dallo Stretto di Messina fino a Capo vaticano;

           

  • Mare: Gioia Tauro non è nota solo per essere una località votata all’economia portuale (molto famoso, infatti, è il porto della cittadina). Soprattutto nel lungomare della Marina, è possibile fare numerose passeggiate. Le spiagge di Gioia Tauro sono tendenzialmente sabbiose con qualche emergenza di scoglio.

            

Pubblicato in Itinerari